Si informa che l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) con le deliberazioni 565/2023/R/COM e 10/2024/R/COM ha previsto agevolazioni di natura tariffaria a favore delle utenze e forniture che ne facciano richiesta e abbiano riportato i maggiori danni a seguito degli eccezionali eventi meteorologici di carattere alluvionale verificatisi a partire dall’1 maggio 2023 in parte del territorio dell’Emilia-Romagna, in alcuni Comuni della provincia di Pesaro e Urbino e della Città metropolitana di Firenze.

A chi spetta

A tutti i clienti con utenza energia elettrica o gas attiva nei Comuni e nelle Frazioni individuati dal DL 61/23 (cd. “decreto alluvione”) cioè che si trovano:

  • in parte del territorio dell’Emilia-Romagna (province di Reggio-Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini);
  • in alcuni comuni della Provincia di Pesaro e Urbino;
  • in alcuni comuni della Città metropolitana di Firenze.

Di seguito la lista pubblicata in gazzetta Ufficiale di ogni Comune, Frazione che puoi consultare: PDF GAZZETTA UFFICIALE

In cosa consiste l’Agevolazione?

L’Autorità – con Delibera 565/2023/R/COM – ha disposto il riconoscimento di agevolazioni di natura tariffaria, con riferimento alle fatture emesse o da emettere ovvero agli avvisi di pagamento riferiti ai mesi di maggio, giugno, luglio, agosto, settembre e ottobre 2023, a favore dei soli clienti titolari di forniture inerenti immobili che siano risultati compromessi nella loro integrità funzionale a causa degli eventi alluvionali.

Con riferimento al settore elettrico e gas naturale, relativamente alle fatture emesse o da emettere riferite ai mesi di maggio, giugno, luglio, agosto, settembre e ottobre 2023 non si applicano le componenti tariffarie a copertura dei costi di rete, le componenti tariffarie a copertura degli oneri generali e delle ulteriori componenti, nonché i corrispettivi per le prestazioni e i contributi agli esercenti la distribuzione e/o la vendita per disattivazioni, riattivazioni e/o volture. Le agevolazioni si applicano anche alle utenze direttamente allacciate alla rete di trasporto, ad esclusione dei soggetti che esercitano attività di produzione termoelettrica ed è previsto che il corrispettivo unitario di capacità per il trasporto relativo ai conferimenti nei punti di uscita (CPu) sia applicato per il solo periodo di efficacia del conferimento.

Nello specifico, al fine di beneficare di tali agevolazioni sarà necessario inviare apposita dichiarazione sostitutiva di atto notorio, resa ai sensi dell’articolo 47 del d.P.R. 445/00, con la quale:

  • in caso di utenze e/o forniture domestiche, si dichiara che l’utenza è asservita ad un’abitazione che sia risultata compromessa nella sua integrità funzionale, in conseguenza degli eventi alluvionali verificatisi nel mese di maggio 2023 sulla base di un’ordinanza di sgombero o di un ordine di evacuazione o di idonea documentazione rilasciata dal Comune territorialmente competente;
  • in caso di forniture e/o utenze non domestiche, si dichiara che l’utenza è asservita ad una sede che sia risultata compromessa nella sua integrità funzionale in conseguenza degli eventi alluvionali verificatisi nel mese di maggio 2023 sulla base di una perizia asseverata o giurata, con riferimento ai soli danni di cui alle lettere a), b) e c) dell’articolo 3 dell’ ordinanza del 25 ottobre 2023, n. 11 (ossia, danni tali da rendere necessaria la ricostruzione dell’immobile e/o la sua delocalizzazione, anche temporanea).

Tale dichiarazione è necessaria anche se il cliente ha già inoltrato in precedenza la dichiarazione di compromissione dell’integrità funzionale dell’immobile.

Il cliente che sia in possesso dei requisiti necessari per ottenere le agevolazioni, può presentare apposita richiesta entro e non oltre il 30 giugno 2024, compilando il Modulo in ogni sua parte che deve essere inoltrato, allegando una copia fronte/retro del documento di riconoscimento, al seguente recapito servizioclienti@illumia.it inserendo nell’oggetto “Proroga della sospensione dei termini di pagamento – Alluvione 2023”.

Per ogni ulteriore chiarimento è possibile chiamare il numero verde di Illumia 800.046.640 da telefono fisso e 051.600.8080 da cellulare o visitare la pagina dedicata dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente.

Qual è il periodo di sospensione

Il periodo di sospensione dei termini di pagamento è pari a 4 mesi a decorrere dalla data del 1° maggio 2023 e fino alla data del 31 agosto 2023, per le forniture site nei Comuni ovvero nelle frazioni dei Comuni danneggiati dagli eventi alluvionali verificatisi a partire dalla medesima data, come individuati dall’allegato 1 al decreto-legge 61/23.

Modalità

La sospensione dei termini di pagamento di cui alla deliberazione 216/2023/R/com si applica automaticamente alle forniture di energia elettrica e gas naturale e gas diversi distribuiti a mezzo di reti canalizzate attive, alla data del 1° maggio 2023 al 31 agosto 2023. Il cliente ha la facoltà di procedere comunque al pagamento degli importi delle fatture i cui termini di pagamento sono stati sospesi. Le fatture continueranno ad essere inviate regolarmente secondo i termini di fatturazione concordati. Viene data la possibilità al cliente finale di procedere regolarmente al pagamento anche al fine di ridurre i pagamenti futuri nei quali saranno contabilizzati anche gli eventuali consumi del periodo di sospensione dei termini di pagamento.

Cosa succede al termine del periodo di sospensione per le morosità relative a fatture successive al 1°Maggio 2023

Al termine del periodo di sospensione, e comunque entro due mesi dal termine della medesima sospensione, EnergyUp invierà al cliente una comunicazione con le seguenti informazioni:

  • gli importi non pagati e oggetto di rateizzazione;
  • il piano di rateizzazione e la non applicazione di interessi a carico del cliente;
  • la facoltà del cliente finale di provvedere al pagamento in maniera non rateizzata e le eventuali condizioni di rateizzazione alternative.
Criteri di rateizzazione

La rateizzazione delle fatture è automaticamente effettuata senza il pagamento di interessi a carico del cliente finale. Il pagamento delle rate, non cumulabili e di importo costante, avviene:

  • con una periodicità pari alla periodicità di fatturazione;
  • in base a rate non inferiori a 20€;
  • per un periodo pari a 12 mesi decorrente dalla data della comunicazione (ovvero entro 60 giorni dal 31 agosto).

In deroga a quanto indicato:

  • Il cliente può incrementare la periodicità delle rate facendone richiesta ad EnergyUp;
  • Il periodo di rateizzazione può essere ridotto nel rispetto della periodicità di fatturazione, in modo da consentire rate di almeno 20€.

Nel caso in cui il contratto di fornitura preveda la fatturazione congiunta con i servizi di energia elettrica e/o gas, potranno essere cumulate in una unica fattura la rata per il servizio elettrico e la rata per il servizio gas. È fatta salva la facoltà per il cliente finale, di non usufruire della rateizzazione e provvedere pertanto al pagamento degli importi dovuti in maniera non rateizzata. Le disposizioni sopra indicate non trovano applicazione se l’importo complessivo da rateizzare, con riferimento alla singola fornitura o alla singola utenza, sia inferiore a 50€.

Cosa succede al termine del periodo di sospensione per le morosità relative a fatture precedenti al 1°Maggio 2023

Per quanto riguarda le morosità pregressa, al termine del periodo di sospensione, saranno inviate nuovamente le comunicazioni di costituzione in mora.

Misure straordinarie per l'alluvione in Toscana

In riferimento agli eventi meteorologici verificatisi nel mese di novembre 2023 in Toscana, Arera ha previsto, con la delibera 519/2023/com, provvedimenti normativi recanti misure straordinarie a sostegno delle popolazioni interessate dalla situazione emergenziale. In particolare:

  • la sospensione dei termini di pagamento delle fatture emesse o da emettere ovvero degli avvisi di pagamento con scadenza a partire dal 2 novembre 2023 (comprese le eventuali fatture relative ai corrispettivi previsti dagli esercenti la vendita ovvero dai gestori del SII per le prestazioni di allacciamento, attivazione, disattivazione, voltura o subentro);
  • la sospensione delle azioni di recupero credito in caso di morosità, anche se maturata precedentemente rispetto alla data del 2 novembre 2023.

Con successivi provvedimenti normativi verrà definita la data di scadenza della sospensione dei termini di pagamento e delle eventuali azioni di recupero credito.

Il titolare della fornitura può comunicare al gestore l’eventuale diverso indirizzo, ai fini del recapito delle eventuali fatture o avvisi di pagamento tramite:

  • e-mail a servizioclienti@energy-up.it
  • Indirizzo: Via De’ Carracci 69/2 - 40129 Bologna (BO)
  • FAX allo 051.04.04.086
  • Posta a: EnergyUp S.r.l. – Via de’ Carracci 69/2 – 40129 Bologna

Per ogni ulteriore chiarimento è possibile chiamare il numero verde di EnergyUp 800.567.567 o visitare la pagina dedicata dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente.

 

Documento allegato: Dichiarazione sostitutiva di atto notorio